DUE SCUOLE CAMPANE TRA LE VINCITRICI DEL CONCORSO NAZIONALE "SALVA LA TUA LINGUA LOCALE"

Categoria: Attualita' Scritto da Rosa Regine / May 23, 2019

Sesta edizione per il concorso nazionale rivolto alle scuole di ogni ordine e grado dal titolo “Salva la tua lingua locale”. Si tratta della sezione dedicata alle scuole della competizione istituita dall’Unione delle Pro Loco d’Italia (UNPLI) e da Legautonomie Lazio,

organizzata in collaborazione con il Centro Internazionale Eugenio Montale e, per la sezione scuola, con l’ong “Eip-Scuola Strumento di Pace”.

“Grazie all’impegno delle Pro Loco, all’adesione delle scuole e al lavoro degli insegnanti, il concorso consente ai più giovani di scoprire, apprezzare e valorizzare, spesso per la prima volta,  il patrimonio culturale immateriale di cui sono portatori dialetti e lingue locali, contribuendo a rinsaldare il legame fra le nuove generazioni e l’identità dei territori” - sottolinea il presidente dell’Unpli, Antonino La Spina; un’azione in piena sintonia con la Convenzione Unesco per la tutela del patrimonio culturale immateriale.  

L’iniziativa allo stesso tempo incentiva la collaborazione tra gli istituti scolastici e le Pro Loco per la formazione dei giovani e la sensibilizzazione degli adulti ai temi del patrimonio immateriale promossi dall’Unesco.

Gli elaborati 2018 saranno premiati a Roma il prossimo 21 febbraio nella sala della Protomoteca del Campidoglio a Roma, in occasione della “Giornata internazionale della Lingua Madre” promossa dall’Unesco. La giuria di specialisti che ha valutato i componimenti era composta da: Elio Pecora (presidente); Anna Paola Tantucci (presidente E.I.P Italia); Catia Fierli (coordinatrice); Danilo Vicca; Luigi Matteo; Sara Matteo; Teresa Lombardo; Loredana Mainiero; Adele Terzano; Antonino Arrigo.

Di seguito i vincitori:

SEZIONE POESIA

PRIMO PREMIO – Regione Puglia

I.C. “G. Bovio” – RUVO DI PUGLIA (BA)

Dialetto ruvese

Referente: Ins. Rachele Antonella Mastrorilli Lobascio

“La gammiette” – “L’ulivo” / “La precessiaune del utte sande” – “La processione degli otto santi”, classi V A – V B

 

SECONDO PREMIO – Regione Veneto

SCUOLA SECONDARIA DI 2° GRADO LICEO STATALE “GIOVANNI COTTA” DI LEGNAGO (VR)

Dialetto veneto-veronese

Referente: Prof. Stefano Vicentini

“Un dì zo in paese” – “Un giorno giù in paese” di Giacomo Giusti, classe II, Liceo Classico

“Xè tempo de festa, xé tempo de amor” – “E’ tempo di festa, è tempo di amore” di Valentina Zanchetta, classe II, Liceo Scienze Umane

In collaborazione con la Pro Loco del Basso Veronese: Presidente Maria Teresa Meggiolaro

 

TERZO PREMIO EX AEQUO – Regione Trentino

Dialetto trentino

SCUOLA SECONDARIA DI 2° GRADO – ISTITUTO AGRARIO “SAN MICHELE ALL’ADIGE” – (TN)

Referente: Prof. Eliana Gruber

“El castel Beseno” – “Il Castello Beseno” di Denis Battisti, classe III C – OTA DELL’IFP

 

TERZO PREMIO EX AEQUO – Regione Lazio

I.C. MARCELLINA (RM) – SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO

Dialetto marcellinese

In collaborazione con la Pro Loco di Marcellina: Presidente Dr. Scolastica Fazzini

Referenti: Ins. Giuseppe Di Bari, Ins. Daniela De Carlo

“Ode alla lia” – “Ode all’oliva”, classe II A

“Santa Maria Delle Grazie”, classe II A

 

PREMIO SPECIALE – Regione Campania

Premio Speciale per la traduzione in ischitano del Canto V dell’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri

LICEO CLASSICO STATALE DI ISCHIA (NA)

Dialetto ischitano

Referente: Prof. Maria Rosaria De Angelis

“A’ forz ‘e Chist ammor” – “La forza dell’amore” di Marianna Castaldi e classe IV A

 

SEZIONE PROSA

PRIMO PREMIO – Regione Liguria

I.C. “P.F. FERRAIRONI” – TRIORA I.C. TAGGIA (IM)

Dialetto triorese

In collaborazione con la Pro Loco di Triora: Presidente Roberto Faraldi

Referente: Ins. Gianna Ozenda

“A Creppo paese amato” della Pluriclasse unica, Scuola Primaria

 

SECONDO PREMIO – Regione Molise

I.I.S.S. ”BOJANO” – BOJANO (CB)

Dialetto molisano

Referente: Prof. Italia Martusciello

“Lu tiemp d prima: li nonn c’ arraccontan” – “La clessidra del passato: i nonni raccontano” di Michela Campanella, classe III A ITE

“La c’mnera” – “Il focolare” di Paolo Pio Vitale, classe III A ITE

“Quann’ c’mugneva” – “La mungitura in passato” di Angelo Lucarelli, classe III A ITE

 

TERZO PREMIO EX AEQUO – Regione Calabria

I.C. Istituto Comprensivo Campora/Aiello (CS)

Dialetto calabro

In collaborazione con la Pro Loco di Aiello Calabro (CS): Presidente Marco Cino

Referente: Ins. Anna Aquino

“U dialettu a lingua du core” – “Il dialetto la lingua del cuore” di Matteo Chiarello, classe III A

 

TERZO PREMIO EX AEQUO – Regione Campania

I.C. “SULMONA LEONE” – PLESSO LEONE DI POMIGLIANO D’ARCO (NA)

Dialetto pomiglianese (napoletano)

In collaborazione con la Pro Loco di Pomigliano D’Arco: Presidente Francesco Sorrentino

Referente: Prof. Carmela Rega

“Jolanda” di Carla Chiodi, classe I B

 

SEZIONE MUSICA

PRIMO PREMIO – Regione Sicilia

IC “G. REINA” CONTESSA ENTELLINA DI CHIUSA SCLAFANI (PA)

Lingua Arbereshe

In collaborazione con la Pro Loco di Chiusa Sclafani (PA): Presidente Michele Chiariello

Referente: Ins. Rosalia Guarino

“Valla te pakteve” – “Danza delle minoranze”, classe I e III secondaria di primo grado

 

SECONDO PREMIO – Regione Lazio

I. C. “LEONARDO DA VINCI” SONNINO- ROCCASECCA DEI VOLSCI – LATINA

Dialetto roccaseccano

Referente: Ins. Mirella Bove

“Stornello roccaseccano” DI Gaia Marroni e Christian Marroni, Della Pelle Francesco, classe I SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO.

In collaborazione con l’Associazione Culturale del Basso Lazio: Prof. Federico Galterio

 

TERZO PREMIO – Regione Sicilia

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “CARLO LEVI”

Dialetto maniacese

In collaborazione con la Pro Loco di Maniace: Presidente Giuseppe Sanfilippo Frittola

Referente: Ins. Maria Rosta

“Innu i San’ Mmastianu” – “Inno di San Sebastiano” Coro del Laboratorio della SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO.

Come si legge, ci sono due scuole della Campania tra quelle vincitrici: il Liceo Classico Statale di Ischia (Napoli) e l’Istituto Comprensivo Sulmona – Leone di Pomigliano d’Arco (Napoli). Le scuole campane, infatti, si sono distinte per la conoscenza e la valorizzazione dei dialetti ischitano e pomiglianese aggiudicandosi rispettivamente il premio speciale per la sezione poesia e il terzo premio – in ex aequo con l’Istituto Comprensivo di Campora/Aiello (Cosenza) – per la sezione prosa. Il Liceo Statale di Ischia si è distinto per la traduzione in dialetto del Canto V dell’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri, grazie alla partecipazione della classe IV A, guidata dalla Professoressa Maria Rosaria De Angelis, e grazie all’alunna Marianna Castaldi, autrice dell’opera in concorso "A’ forza ‘e chist ammor". Al Sulmona – Leone di Pomigliano d’Arco, invece, che ha lavorato in sinergia con la Pro Loco cittadina, il premio è stato aggiudicato dalla classe I B, guidata dalla Professoressa Carmela Rega, e dall’alunna Carla Chiodi autrice del testo "Jolanda".

Thank for sharing!

Info sull'autore


Rosa Regine

Rosa Regine è nata a Ischia (NA), nel  2009 ha conseguito la laurea triennale nel corso di laurea (CdL) in Cultura e amministrazione dei beni culturali presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II”, discutendo una tesi in Storia greca dal titolo “Il mito di Tifeo ad Ischia. Dalla condanna greca al recupero locale”, e nel 2012 presso lo stesso Ateneo ha raggiunto anche l’obbiettivo del diploma magistrale nel CdL in Organizzazione e gestione del patrimonio culturale ed ambientale, con una tesi in Bibliografia e Biblioteconomia dal titolo “I canali vecchi e nuovi di diffusione del libro”. Da sempre interessata all’arte e alla cultura, appena dopo la laurea magistrale inizia un percorso di approfondimento della formazione professionale per il settore dell’editoria, degli archivi e delle biblioteche, che la porta a conseguire nel 2015 il diploma della Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica dell’Archivio di Stato di Napoli. Per conto dell’Associazione napoletana Librincircolo realizza l’evento Book-mob a Ischia. Attualmente lavora a Milano presso la Cittadella degli Archivi e sta per conseguire il diploma del master di I livello dell’ISSR “San Pietro” di Caserta in Biblioteconomia e Archivistica ecclesiastica. Ha seguito un corso biennale per animatore diocesano del turismo religioso e culturale, concludendo l’esperienza  teorica con un servizio di guida presso alcune chiese del comune di Forio d’Ischia.