UN PREMIO NEL NOME DI DONNA ELEONORA

Categoria: Attualita' Scritto da Francesco Saverio Caiazzo / September 22, 2019

Napoli, in seno alla prima edizione del "Premio Pimentel Fonseca", figura di spicco nella rivoluzione napoletana, promossa dal Comune di Napoli ed in particolare dall'Assessorato al Turismo e alla Cultura, con il patrocinio dell'Ordine dei Giornalisti e l'alto patrocinio dell'Unicef oggi, 20 agosto, alle ore 12.00, nella chiesa del Carmine Maggiore, sarà svelata la targa in ricordo di Eleonora de Fonseca Pimentel ed i morti repubblicani del 1799. 

La manifestazione proseguirà presso il PAN, Palazzo delle Arti di Napoli, ove, alle ore 19.00, sarà attribuito il premio dedicato alla memoria di Donna Eleonora, giornalista e giacobina napoletana e fondatrice del giornale "Monitore Napoletano", che trovò la morte nei moti rivoluzionari napoletani del 1799, a giornaliste che si sono distinte nella difesa dei diritti civili.

Quest'anno sarà premiata la giornalista russa Oksana Chelysheva, collaboratrice della «Novaya Gazeta» per la quale ha lavorato anche con Anna Politkovskaja, celebre per i sui reportage dalla Cecenia e polemica verso il potere russo, misteriosamente assassinata nel 2006 mentre rientrava a casa. La Chelysheva è membro della Società per l'Amicizia Russo-Cecena, società nata nel 2000 a Nizny Novgorod e a Grozny per informare sulla situazione nel Nord del Caucaso, cercare una soluzione politica al conflitto e assistere le vittime in Cecenia. Nel 2006 Oksana Chelysheva ha ricevuto il premio di Amnesty International dedicato a giornalisti che si occupano di diritti umani in situazioni di rischio («Amnesty's Special Award for Human Rights Journalism Under Threat»).

 

Thank for sharing!

Info sull'autore


Francesco Saverio Caiazzo

Avvocato. Tra le sue passioni: l'arte, la fotografia, gli sport all'aria aperta.