CASTELLAMMARE DI STABIA: RIAPRE LA FUNIVIA DEL FAITO, TAGIA IL NASTRO VINCENZO DE LUCA

Categoria: Attualita' Scritto da Alessandro Irollo / November 18, 2019

Questa mattina, a Castellammare di Stabia (NA), intorno alle 11:00, c’è stato il taglio ufficiale del nastro per la riapertura della Funivia del Faito, chiusa dal 2012.

A tagliare il nasto è stato il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in persona.

 Nel servizio mandato in onda al TgR Campania, De Luca ha affermato:

“A Castellammare di Stabia, e in tutta la Campania, la chiave per ripartire è il patrimonio culturale e ambientale: abbiamo l’obbligo di impegnarci affinchè le risorse del territorio siano valorizzate, per poter a tutti gli effetti basare la nostra economia sul turismo.”

La riapertura della Funivia del Faito è quindi solo uno dei tanti passi da fare per rilanciare la città di Castellammare di Stabia, una delle città più belle della Campania, che però negli ultimi tempi è stata male amministrata: si pensi alla situazione in cui versano le Terme, chiuse da diversi anni nonostante la presenza di ben 28 sorgenti naturali! Si pensi all’Antiquarium chiuso dal 1997, ma anche alle Ville d’otium di epoca romana San Marco e Arianna, situate a Varano: qui manca addirittura una segnaletica adeguata per individuarle.

 Il nostro territorio non è gestito secondo i criteri della sostenibilità, tuttavia abbiamo adeguate risorse (umane, artistiche, culturali, ambientali ed enogastronomiche) per ripartire, ma a patto che ad amministrarlo siano persone competenti e qualificate.

Thank for sharing!

Info sull'autore


Alessandro Irollo

Direttore Artistico e Responsabile Commerciale per il giornale CamCampania.

Background e Competenze: “Ho maturato diverse esperienze nell’ambito della Comunicazione e del Marketing, anche a livello internazionale, avendo conseguito la Laurea in Comunicazione Internazionale presso l’Università per stranieri di Perugia (Titolo della tesi: “Il principio dello Sviluppo Sostenibile nell’Ordinamento Internazionale). Mi sono occupato inoltre di Risorse Umane per aziende estere e collaboro con associazioni ed enti in qualità di Mediatore Culturale.”