GRANDE SUCCESSO PER L'EVENTO "PRIMAVERA A VILLA CUOMO"

Categoria: Beni Culturali Scritto da Fioravante Gargiulo / October 20, 2019

"Primavera a Villa Cuomo. (Ri)scoperta di un Bene Archeologico" è un evento che si è tenuto il 27 maggio (XLIII° anniversario dell'inizio degli scavi) nella Villa rustica Romana di Sant'Antonio Abate in Località Casa Salese conosciuta anche con il nome di Villa Cuomo, databile all'ultimo quarto del I secolo a.C. e sepolta dall’eruzione del 79 d.C., fu rinvenuta fortuitamente nel 1974.

La giornata si è svolta in due momenti a cui hanno partecipato centinaia di persone:

Il primo, di mattina, ha visto cooperare diverse associazioni, CamCampania e Formazioni Creative per i laboratori alle scuole primarie del territorio, i bambini si sono cimentati nel ricreare un mosaico, nel preparare un unguento con olio di oliva e spezie e nella panificazione. Il Movimento Associativo Agorà Abatese e il Liceo E. Pascal di Sant'Antonio Abate, invece, hanno effettuato le visite guidate, in particolare i ragazzi del Liceo erano vestiti da antichi Romani, i vestiti sono stati forniti dall'IPSA Ferrari di Castellammare di Stabia;

Il Secondo momento è iniziato alle 17 con l'esibizione corale del "Centro Sociale Anziani" di Sant'Antonio Abate, poi c'è stato un momento istituzionale mediato dall'Addetto Stampa del Comune di Sant'Antonio Abate Dott.ssa Palma Abagnale con i saluti del Sindaco di Sant'Antonio Abate Dott. Antonio Varone e del Consigliere Regionale Longobardi. Sono saliti sul palco anche i ragazzi del Liceo con i loro professori per mostrare il primo premio del Concorso Nazionale “Italia Nostra - Le Pietre e i Cittadini", al quale hanno partecipato con un progetto proprio su Villa Cuomo e che è stato ritirato dai ragazzi a Roma il giorno prima. Successivamente è intervenuto il Funzionario della Soprintendenza di Napoli Dott. Mario Cesarano, che ha parlato dell'importanza di questo sito e ha promesso una serie di eventi all'interno della Villa già da questa estate. E' stata poi presentata dalla Dott.ssa Stefania Spisto la ristampa del libro "La villa rustica di S. Antonio Abate da me dissepolta" scritto dal Dott. Carlo Cuomo nel 1976 e ristampato dal "Quaderno Edizioni".

I Saluti e i ringraziamenti a tutti coloro che hanno collaborato (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il comune di Napoli, Comune di Sant'Antonio Abate, Protezione Civile, Forum dei Giovani, Centro Sociale Anziani, Associazione CamCampania, l'Archeologo F. G. per aver, da volontario, supervisionato i lavori dei giorni precedenti assicurandosi che tutto si svolgesse senza danni, Formazioni Creative nella figura di Elisabetta Surico, Movimento Associativo Agorà Abatese con i suoi soci che da sempre si occupano della storia di Sant’Antonio Abate in particolar modo – Prof. Gerardo Sorrentino - Prof. Giovanni Alfano - Direttore Vincenzo D’Aniello, Associazione Libera...mente con Gabriele Cesarano, il Liceo Scentifico E. Pascal, l'IPSA di Castellammare e il ristorante Pompeo Magno) è giustamente toccato all'Assessore alla Cultura di Sant'Antonio Abate Dott.ssa Anna Iolanda D'Antuono, che ha fortemente voluto questa riapertura. Alla fine sono stati invitati a salire sul palco i figli di Carlo Cuomo, che, commossi, hanno ringraziato l'amministrazione e tutti gli organizzatori per il bellissimo evento.

Il tutto si è concluso con un aperitivo a base di pane a otto spicchi, tipico dell'epoca Romana, condito con un filo di olio fornito dal ristorante Pompeo Magno insieme a dell’ottimo vino fornito dal Consigliere Carmine D'Aniello e servito dai ragazzi del Liceo in costume. Non sono a caso questi prodotti, infatti il pane a otto spicchi circolava quotidianamente nella Pompei antica, che dista da Villa Cuomo pochi km, e sono state recuperate anche alcune pagnotte carbonizzate, la vite e l’olivo, invece, sono le coltivazione principe di questa Villa rustica.

                                                             ©Fioravante Gargiulo

Thank for sharing!

Info sull'autore


Fioravante Gargiulo

Archeologo, appassionato di Fotografia, Socio dell'Associazione CamCampania.