IMPORTANTE RITROVAMENTO ARCHEOLOGICO DURANTE I LAVORI PER LA NUOVA PIAZZA DI SANT'ANTONIO ABATE

Categoria: Beni Culturali Scritto da Fioravante Gargiulo / November 19, 2019

Mercoledì 6 febbraio 2019 durante i lavori di rifacimento della piazza di Sant’Antonio Abate (NA) si è effettuata un’importantissima scoperta archeologica, infatti si era appena impiantato un piccolo saggio archeologico sul punto dove sarebbe dovuto sorgere il locale tecnico della nuova fontana della città per assicurarsi dell’assenza di reperti archeologici.

Il fato ha voluto che proprio in quel punto si trovasse un’antica strada larga circa 4,5 m. Essa presenta tracce di carri e potrebbe trattarsi della romana Nuceria-Stabia, ma aspettiamo che siano gli addetti ai lavori con le loro dettagliate indagini scientifiche a rivelarci la verità.

Il Direttore dei lavori l’Architetto Giuseppe Longobardi e l’Archeologa che dirigeva l’indagine del saggio, ben consci dello straordinario rinvenimento, hanno prontamente avvisato la Soprintendenza Archeologica di Napoli, che immediatamente si è recata sul posto nella figura del Funzionario di zona.

La scoperta della strada è avvenuta in un luogo centralissimo della città, la piazza, dove è situata la chiesa parrocchiale e la sede comunale ed è a pochissimi metri dalla strada moderna che corre parallela ad essa.

La cittadina Abatese può dunque fregiarsi di una nuova testimonianza del passato, che è già ben rappresentata da una bellissima Villa Romana “Villa Cuomo” (I Secolo d.C.); dal complesso dell’antica chiesetta di Sant’Antuono comprendente ambienti romani del I secolo d.C. e la chiesa medievale del XIII secolo da pochi giorni arricchita da una mostra permanente; dalla recentissima riscoperta dell’Epigrafe di Publio Granio nei depositi del Museo di Paestum (luglio 2018) avvenuta grazie al “Movimento Agorà Abatese” capitanato dal prof. Gerardo Sorrentino; infine, da non dimenticare, le altre testimonianze che abbracciano un arco temporale che va dal periodo preromano a quello contemporaneo.

La redazione, sicura che le autorità sapranno valorizzare al meglio questa meravigliosa scoperta, resta in attesa di nuove informazioni che potrebbero arrivare già nella giornata di lunedì.

Foto: Architetto Giuseppe Longobardi

Fioravante Gargiulo

Thank for sharing!

Info sull'autore


Fioravante Gargiulo

Archeologo, appassionato di Fotografia, Socio dell'Associazione CamCampania.