NAPOLI: IN VIA DUOMO “UN MUSEO TIRA L’ALTRO”

Categoria: Home Slider Scritto da Palma Emanuela Abagnale / July 14, 2020

Si è svolta ieri mattina a Napoli, presso ilPio Monte della Misericordia in Via Tribunali, la conferenza stampa di presentazione di un importante progetto museale: “Via Duomo, la Via dei Musei: 7  musei uniti per la cultura. Un museo tira l'altro. Chi paga il biglietto per uno potrà visitare gli altri a tariffa ridotta”. I musei coinvolti:

1. Museo Civico “Gaetano Filangieri”

2. Complesso Monumentale di San Severo al Pendino

3. Pio Monte della Misericordia

4. Monumento Nazionale dei Girolamini-Quadreria e chiostri

5. Museo del Tesoro di San Gennaro

6. Complesso Monumentale Donnaregina - Museo Diocesano

7. MADRE - Museo d'Arte Contemporanea Donnaregina

Biglietto ridotto per chi ha già visitato uno dei 7 musei presenti lungo via Duomo, ribattezzata la “Via dei Musei” e progettazione di percorsi didattici integrati fra le 7 realtà museali: Museo Civico “Gaetano Filangieri”, Complesso Monumentale di San Severo al Pendino, Pio Monte della Misericordia, Monumento Nazionale dei Girolamini - Quadreria e Chiostri, Museo del Tesoro di San Gennaro, Complesso Monumentale Donnaregina - Museo Diocesano e MADRE – Museo d'Arte Contemporanea Donnaregina. I rappresentanti di questi scrigni d'arte puntano sulla realizzazione di un percorso culturale di grande impatto lungo via Duomo, in grado di trasformarsi anche in un grande attrattore turistico e, per tutta la primavera 2016 fino al 21 giugno, sperimentano una forma di bigliettazione condivisa che incentivi il visitatore a non fermarsi alla visita del singolo museo ma - “uno tira l'altro” - a scoprire l'enorme patrimonio culturale, che dall'antico al contemporaneo, è custodito negli altri siti della “Via dei Musei”.

Gianpaolo Leonetti direttore del Museo Civico “Gaetano Filangieri”, l'assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Nino Daniele per il Complesso Monumentale di San Severo al Pendino, il barone Alessandro Pasca di Magliano, soprintendente del Pio Monte della Misericordia, il direttore del Polo Museale della Campania Mariella Utili per il Monumento Nazionale dei Girolamini, Paolo Jorio direttore del Museo del Tesoro di San Gennaro, don Adolfo Russo, vicario episcopale per la Cultura, direttore del Complesso Monumentale Donnaregina-Museo Diocesano e Pierpaolo Forte presidente della Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee-museo MADRE hanno firmato questa mattina un protocollo d'intesa in cui si impegnano a collaborare per la progettazione e realizzazione di programmi di attività comuni, il cui obiettivo principale è la tutela, la promozione e la valorizzazione del patrimonio culturale custodito nei rispettivi luoghi culturali, per diffonderne la conoscenza e concorrere al miglioramento delle condizioni sociali e territoriali dell'area su cui essi insistono; i 7 musei, inoltre, si impegnanoa fornire ogni apporto e cooperazione che possa condurre all'istituzione concordata di una struttura stabile di valorizzazione integrata per azioni comuni, ad esempio, un programma di visite didattiche integrate tra i 7 siti culturali.

E per cominciare, come misura propedeutica a queste iniziative, ognuno dei 7 musei consentirà l'ingresso al proprio sito a tariffa ridotta, secondo le rispettive condizioni di vendita, ad ogni visitatore che presenti un biglietto di accesso per uno degli altri luoghi culturali della “Via dei Musei”. Saranno adottate misure per verificare l'efficacia dello strumento tariffario per il periodo di sperimentazione che va dal 1 aprile al 21 giugno.

Il protocollo firmato oggi, infine, è aperto anche ad altre realtà che vorranno aderire successivamente al fine di dare nuovo slancio a un'area ben definita nel centro storico di Napoli, ricca di potenzialità come poche altre al mondo. 

Thank for sharing!

Info sull'autore


Palma Emanuela Abagnale

Direttore responsabile della rivista CamCampania

Background e Competenze:  “Le mie principali qualifiche sono quelle di Giornalista Pubblicista (iscritta da luglio 2014 all’Albo dei giornalisti pubblicisti della Campania) e di Cultural Manager (avendo conseguito la Laurea magistrale in Organizzazione e Gestione del Patrimonio Culturale e Ambientale presso l’Università Federico II di Napoli - Titolo della tesi: “La Comunicazione Integrata per la valorizzazione del territorio). Sono appassionata d’arte e fotografia; raccontare (anche per immagini) e organizzare eventi è ciò che faccio dal 2010 per CamCampania, network artistico-culturale che valorizza beni ambientali e culturali (materiali e immateriali) attraverso la comunicazione integrata.