FESTA DI SANT'ANNA A ISCHIA 2017

Categoria: Feste Popolari Scritto da Rosa Regine / December 1, 2020

Anche quest’anno il 26 luglio si rinnova, tra culto e tradizioni, la festa di Sant’Anna a Ischia e, come ormai da anni, turisti e residenti aspettano la sera della sfilata delle barche nella baia di Cartaromana. Il tema ufficiale di questo 2017 è il principe Antonio

De Curtis, in arte Totò, il cui ritratto a opera del maestro Riccardo Dalisi campeggia sui manifesti pubblicitari che in questi giorni si vedranno affissi in giro sull’isola, e sarà oggetto dell’interpretazione delle quattro maestranze quest’anno in gara:  Totò e il cinema per l’associazione Actus Tragicus, Totò e la musica per l’associazione Pro Perrone, Totò e la poesia per l’associazione Largo dei Naviganti, Totò e la maschera per l’associazione Pro Loco Lacco Ameno. Madrina della serata sarà Elena De Curtis, nipote di Totò. A presentare la serata ci sarà il duo comico Gigi & Ross, quelli del programma “Made in Sud”. Ci sarà anche una mostra fotografica delle edizioni passate della festa, “Officina Sant’Anna”, che comprenderà anche l’esposizione dei bozzetti delle barche allegoriche in gara, e sarà inaugurata a Palazzo Lauro alle 19.00 di domenica 23 luglio. Il sindaco del comune di Ischia che ospita la festa ha dichiarato: “La festa di Sant’Anna è un biglietto da visita imprescindibile per il nostro territorio, per la bellezza della baia che lo ospita, per la necessità di restare ancorati alla nostra storia”. Già, perché, per chi ancora non lo sapesse, questo evento è nato dallo slancio e dalla fantasia con cui, sin dagli Trenta del Novecento, i pescatori isolani addobbavano le loro barche dirette alla chiesetta di Sant’Anna, incastonata nella baia. Qui culto e tradizione si fondono. E si rinnoverà anche la processione via mare delle partorienti verso la Chiesetta di Sant’Anna, in programma alle 19 del 25 luglio con partenza dal pontile del castelletto. Le donne arrivavano via mare per chiedere la grazia di un parto sereno, o per restare incinte. Ma questa edizione, oltre che alla tradizione, strizza l’occhio anche all’innovazione, infatti ci sarà un contest sul profilo Instagram @festasantanna_ischia dall'hashtag #festadisantanna2017 che coinvolgerà il popolo del web, che diventerà protagonista di un premio ad hoc, novità assoluta nella storia della Festa curato da Elena Mazzella. Per finire in bellezza, nel senso più pieno del termine, il 28 luglio, a festa conclusa, è prevista la pulizia dei fondali e delle scogliere, con il contributo delle associazioni ambientaliste del territorio, dei diving e della Borsa Verde 3.0. Perché non può esserci miglior modo per mostrare al meglio il proprio passato, se non preoccupandosi del proprio futuro.

Per info e dettagli sul programma delle serate:

https://www.facebook.com/festasantannaischia/posts/1065728686896206:0

#ILoveIschia
#ischiaponte
#borgoischiaponte
#loves_united_ischia

Thank for sharing!

Info sull'autore


Rosa Regine

Rosa Regine è nata a Ischia (NA), nel  2009 ha conseguito la laurea triennale nel corso di laurea (CdL) in Cultura e amministrazione dei beni culturali presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II”, discutendo una tesi in Storia greca dal titolo “Il mito di Tifeo ad Ischia. Dalla condanna greca al recupero locale”, e nel 2012 presso lo stesso Ateneo ha raggiunto anche l’obbiettivo del diploma magistrale nel CdL in Organizzazione e gestione del patrimonio culturale ed ambientale, con una tesi in Bibliografia e Biblioteconomia dal titolo “I canali vecchi e nuovi di diffusione del libro”. Da sempre interessata all’arte e alla cultura, appena dopo la laurea magistrale inizia un percorso di approfondimento della formazione professionale per il settore dell’editoria, degli archivi e delle biblioteche, che la porta a conseguire nel 2015 il diploma della Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica dell’Archivio di Stato di Napoli. Per conto dell’Associazione napoletana Librincircolo realizza l’evento Book-mob a Ischia. Attualmente lavora a Milano presso la Cittadella degli Archivi e sta per conseguire il diploma del master di I livello dell’ISSR “San Pietro” di Caserta in Biblioteconomia e Archivistica ecclesiastica. Ha seguito un corso biennale per animatore diocesano del turismo religioso e culturale, concludendo l’esperienza  teorica con un servizio di guida presso alcune chiese del comune di Forio d’Ischia.