FESTE TRADIZIONALI IN CAMPANIA

Categoria: Conoscere il Territorio Scritto da Francesca Andreoli / July 3, 2020

Le feste paesane e le sagre tradizionali sono un appuntamento agrituristico particolarmente stimolante da noi in Campania, soprattutto quando si tratta di manifestazioni legate alle stagioni dell’agricoltura, ai prodotti tipici, alle radici più caratteristiche della cultura contadina.

 

Molte feste e sagre paesane, fra le più interessanti di questa regione, sono legate al culto della tammorra, il classico strumento che accompagna le tarantelle del Sud Italia, dette appunto tammurriate.

Le origini della tammurriata si perdono nella notte dei tempi: sicuramente esse sono da ricercare nelle antiche danze delle genti campane, come i sanniti, che l’hanno resa parte di quei riti propiziatori e devozionali legati ai cicli riproduttivi della terra.

Come gran parte dei riti arcaici precristiani, infatti, essa è legata al culto della Madre Terra, volta a propiziare un buon raccolto. A testimonianza di ciò i suoi gesti derivano da quelli che si effettuano durante il lavoro quotidiano nei campi o in casa, come setacciare la farina (la stessa tammorra ha una forma che ricorda quella di un setaccio) o spezzare i maccheroni, oppure imitazioni degli atteggiamenti degli animali come il volo degli uccelli e le gestualità tipiche dei gallinacei.

Assistere a uno di questi culti è un’esperienza molto suggestiva, poiché consente di comprendere il legame, vivo e sentito, tra i danzatori di tammurriata e la tradizione più antica della nostra regione. Partecipare ad una festa popolare, alla quale si può assistere in occasione delle gite di fine settimana, delle vacanze estive, delle feste di Pasqua e fine anno, sarà come fare un viaggio nel tempo, alla scoperta della semplicità delle cose autentiche e genuine.

Fra le feste e le sagre paesane più interessanti, segnaliamo:

17 gennaio: Fuochi di Sant’Antonio a Sant’Antonio Abate (NA);

2 febbraio (in mattinata): Festa della Madonna di Montevergine a Montevergine (AV);

Domenica dopo Carnevale: Funerale del Carnevale a Montemarano (AV);

Lunedi in Albis (in mattinata): Festa della Madonna dell’Arco a Sant’Anastasia (NA);

Lunedì in Albis (in serata): Festa della Madonna dell’Arco a Terzigno – Pineta Fabbrocini;

Martedì dopo Pasqua (dal pomeriggio fino alla sera): Festa di Santa Maria del Monte a Nocera Inferiore (SA);

Sabato dopo Pasqua (da mattinaa sera): Festa delle Paranza a Somma Vesuviana (NA);

Domenica dopo Pasqua (dall’alba al tramonto): Festa della Madonna delle Galline a Pagani (SA);

Domenica dopo Pasqua (pomeriggio – sera): Festa della Madonna di Briano - “Tammurriata Giuglianese” a Villa di Briano (CE);

3 maggio (da mattinaa sera)   Festa della Madonna a Castello a Somma Vesuviana (NA);

Mercoledì prima dell’Ascensione (mattina – pomeriggio): Festa della Madonna dei Bagni a Scafati (SA);

Domenica prima dell’Ascensione (pomeriggio – notte): Festa della Madonna dei Bagni a Scafati (SA);

Lunedì dopo la Pentecoste(dall’alba al tramonto): Festa della Madonna dell’Avvocata a Maiori (SA);

26 luglio (dal tramonto all’alba): Festa di Sant’Anna a Lettere (NA);

14 agosto (dal tramonto all’alba): Festa di “Materdomini” a Nocera Superiore (SA);

12 settembre (dall’alba al tramonto)  : Festa dalla Madonna di Montevergine a Montevergine (AV);

16 ottobre (in mattinata): Festa di San Gerardo a Maiella a             Contursi (SA);

22 ottobire (in mattinata): Festa della Madonna della Neve a Torre Annunziata (NA);

31 dicembre (dal pomeriggio all’alba): Festa della Frasca a Poggiomarino (NA).

Il calendario delle feste popolari è ricco tutto l’anno, non avete che l’imbarazzo della scelta!

Thank for sharing!

Info sull'autore