ISCHIA FILM FESTIVAL 2017: STASERA LA PREMIAZIONE

Categoria: Articoli in prima Pagina Scritto da Rosa Regine / February 26, 2020

Ha avuto inizio lo scorso 24 giugno e durerà fino a stasera la XV edizione del primo festival internazionale dedicato alle location cinematografiche, l’Ischia Film Festival, ideato da Michelangelo Messina, che in questo 2017 ha avuto al suo fianco come direttore

artistico Boris Sollazzo, e la direzione organizzativa di Enny Mazzella. Come ricorda il nome, questa manifestazione è ospitata nell’Isola verde, precisamente al Castello Aragonese. Quattro concorsi internazionali (Lungometraggi, Documentari, Cortometraggi e Location Negata), proiezioni, retrospettive, incontri con autori, attori, registi e personaggi di spettacolo, dibattiti, il tutto nell’atmosfera unica e suggestiva del Castello Aragonese. Varie le zone del maniero interessate dalle proiezioni: il Piazzale delle Armi, la Cattedrale dell’Assunta, la Casa del Sole, la Chiesa di San Pietro in Pantaniello, la Saletta del Convento, il Carcere Borbonico, la Terrazza degli Ulivi e la Caffetteria. Le novità di questa edizione:

  • oltre i consueti concorsi, se n’è aggiunto uno dal titolo “The best of”, dedicato alla cinematografia italiana dell’anno;
  • c’è stata la proiezione di alcuni episodi delle serie “1993” e  “The night of- Cos'è successo quella notte?”;
  • durante la kermesse il Castello Aragonese ha ospitato anche la mostra fotografica “Il cinema italiano tra mare e scogliere”, a cura di Antonio Maraldi, con scatti dai set.

Tra gli ospiti d’onore, durante le serate del festival, ci sono stati l’attrice Claudia Cardinale e il regista John Turturro. A discutere di cinema e a presentare loro opere attori e registi come Isabella Ragonese, Sergio Castellitto, Jasmine Trinca, Francesco Amato, Daniele Vicari, Toni D’Angelo, Maccio Capatonda, Krzysztof Zanussi, Edoardo De Angelis.

Questa sera alle ore 21,00 ci sarà la cerimonia di premiazione nel Piazzale delle Alghe, sito davanti al Castello Aragonese, con la proiezione delle opere vincitrici, ad ingresso libero, mentre alla Cattedrale dell’Assunta è prevista una Serata di Gala.

I lungometraggi in concorso sono Caina di Stefano Amatucci, il belga Even Lovers Get the Blues di Laurent Micheli, l'iraniano Immortality di Mehdi Fard Ghaderi, Le Monde Dont on Reve N'Existe Pas di Ayoub Qanir (Stati Uniti/Mongolia), Orecchie di Alessandro Aronadio, La pelle dell’orso di Marco Segato, I peggiori di Vincenzo Alfieri, Urvi di B.S. Pradeep Varma (India), Il velo di Maya di Elisabetta Rocchetti. I documentari in competizione: Un altro me (Italia) di Claudio Casazza, Colours of the Alphabet (Regno Unito) di Alastair Cole, Dil Leyla (Germania) di Asli Özarslan, Nove giorni al Cairo (Italia) di Carlo Bonini e Giuliano Foschini, Sacred Water(Belgio) di Olivier Jourdain, Unwanted Heritage (Croazia) di Irena Skoric, Was Shakespeare English? (Regno Unito) di Alicia Maksimova.

Una bella manifestazione in una splendida cornice. Ischia stessa è stata spesso location cinematografica. Questo festival sta facendo in modo che torni ad essere anche l’isola del mondo dello spettacolo. Facendo un grosso in bocca al lupo ai partecipanti, restiamo in attesa di conoscere i premiati di questa edizione.

Thank for sharing!

Info sull'autore


Rosa Regine

Rosa Regine è nata a Ischia (NA), nel  2009 ha conseguito la laurea triennale nel corso di laurea (CdL) in Cultura e amministrazione dei beni culturali presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II”, discutendo una tesi in Storia greca dal titolo “Il mito di Tifeo ad Ischia. Dalla condanna greca al recupero locale”, e nel 2012 presso lo stesso Ateneo ha raggiunto anche l’obbiettivo del diploma magistrale nel CdL in Organizzazione e gestione del patrimonio culturale ed ambientale, con una tesi in Bibliografia e Biblioteconomia dal titolo “I canali vecchi e nuovi di diffusione del libro”. Da sempre interessata all’arte e alla cultura, appena dopo la laurea magistrale inizia un percorso di approfondimento della formazione professionale per il settore dell’editoria, degli archivi e delle biblioteche, che la porta a conseguire nel 2015 il diploma della Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica dell’Archivio di Stato di Napoli. Per conto dell’Associazione napoletana Librincircolo realizza l’evento Book-mob a Ischia. Attualmente lavora a Milano presso la Cittadella degli Archivi e sta per conseguire il diploma del master di I livello dell’ISSR “San Pietro” di Caserta in Biblioteconomia e Archivistica ecclesiastica. Ha seguito un corso biennale per animatore diocesano del turismo religioso e culturale, concludendo l’esperienza  teorica con un servizio di guida presso alcune chiese del comune di Forio d’Ischia.