LA PASSIONE PER LA PASTA SI RIACCENDE A GRAGNANO

Categoria: Sapori Campani Scritto da Mario Notomista / November 19, 2019

Anche quest’anno, dall’8 al 10 settembre, la città di Gragnano si anima per dar vita ad un evento unico che celebra il prodotto tipico del territorio: la Pasta.

La manifestazione, organizzata dal Consorzio Gragnano Città della Pasta con il patrocino del Comune di Gragnano, vedrà impegnati chef stellati nella preparazione di ricette della tradizione culinaria italiana. Assicurata la presenza del celebre ballerino dello spot della Tim, Sven Otten, che si esibirà nella giornata di venerdì 8 mentre sabato 9 il palco sarà tutto per Enzo Avitabile, il grande musicista partenopeo di fama internazionale. Ad attendere i visitatori ci saranno anche numerosi artisti di strada che animeranno il percorso gastronomico attraverso gli stand.

La location sarà la storica Via Roma; la strada costruita apposta per favorire la produzione della pasta. Il progetto risale alla metà dell’Ottocento e fu realizzato dall’architetto Ranieri su esplicita richiesta dei proprietari dei pastifici. La strada fu orientata secondo l’asse elio-termico e l’altezza dei fabbricati studiata per favorire l’asciugatura della pasta. Fu una vera rivoluzione urbanistica che interessò buona parte del territorio comunale trasformando, di fatto, la Gragnano dei casali in una vera e propria Città della Pasta. Il trionfo dell’iniziativa fu celebrato dalla venuta del re Umberto I di Savoia e della regina Margherita, che giunsero a Gragnano viaggiando su un treno partito da Napoli. I pastai, infatti, aumentata la loro produzione quotidiana avevano richiesto ed ottenuto che la storica ferrovia Napoli-Portici-Castellammare fosse estesa fino a Gragnano per favorire il commercio della pasta.

Dunque, non solo food per questo evento che vuole essere innanzitutto un percorso immersivo nella storia profonda della Città della Pasta.

Thank for sharing!

Info sull'autore


Mario Notomista

Archeologo. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali - Indirizzo Archeologico - presso l’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benicasa. Nello stesso ateneo ha conseguito il titolo magistrale in Archeologia. Presso l’Università degli Studi di Salerno si specializza in Archeologia Classica. Ha partecipato a diverse campagne di scavo archeologico in Area campana e in particolare a Pompei ed Ercolano. Dal 2008 è impegnato come archeologo nell’ambito dell’Herculaneum Conservation Project. Ha pubblicato diversi articoli scientifici e partecipato alla pubblicazione di volumi su ricerche archeologiche. Ha collaborato alla realizzazione di mostre e allestimenti museali. Attualmente è membro del Comitato Scientifico del Centro di Cultura e Storia Amalfitana e consulte scientifico del Museo Archeologico Virtuale di Ercolano. Nel 2012 è stato nominato membro del Comitato per gli Scavi di Stabia - fondato nel 1950.