A ISCHIA SETTEMBRE É ANDAR PER CANTINE

Categoria: Conoscere il Territorio Scritto da Rosa Regine / November 18, 2019

Passeggiate ecologiche, accoglienza, tradizioni, cultura enogastronomica: tutte queste parole sono rese concrete dalla manifestazione “Andar per cantine”. Quella di questo 2017 è la decima edizione, ideata dalla Pro loco Panza d’Ischia, che si occupa

di organizzare anche “Andar per sentieri” nel mese di maggio sempre a Ischia.

Da domani e fino al 20 settembre turisti e residenti saranno accompagnati alla scoperta/riscoperta, attraverso i sentieri, le cantine e i ristoranti isolani, delle tradizioni enogastronomiche e dell’identità di quella che, pur essendo un’isola, ha vissuto da sempre la sua storia millenaria con una vocazione contadina. La natura vulcanica, il bel clima e la vicinanza del mare hanno fatto sì che a Ischia tutto acquistasse un sapore unico, ed è proprio alla scoperta di questo sapore, delle bellezze paesaggistiche, degli antichi e nuovi sistemi di vendemmia (dai palmenti ai giorni nostri) che sono dedicati questi giorni di settembre a Ischia. Quest’anno sarà più che mai forte il desiderio degli ischitani di mostrare a tutti (e prima di tutto a sé stessi) di essere un popolo laborioso e pieno di risorse e di bellezza, allontanando l’immagine che purtroppo è stata richiamata da buona parte dei mass media nei giorni successivi al terremoto dello scorso 21 agosto, e cioè quella di un insieme di abusivi criminali che non meritano pietà. Si sono susseguiti purtroppo vari terremoti a Ischia nel corso dei secoli, ma questo non ha allontanato gli isolani dal luogo nel quale sono nati, né i turisti dallo scegliere di visitare posti dal fascino incredibile. Fortunatamente gli ischitani hanno ricevuto il sostegno di molte altre persone, famose e non. Tra i volti noti che hanno deciso di mandare un messaggio di solidarietà al popolo isolano le attrici Anna Falchi e Sabrina Ferilli, la prima peraltro testimonial di quest’anno della manifestazione, la seconda con la sua casa sull’isola, la conduttrice televisiva Licia Colò e l’attore Giacomo Rizzo. Com’è logico pensare, infatti, accanto alla vocazione contadina, l’isola d’Ischia ha, per le sue bellezze, anche una forte vocazione turistica. Messa in cattiva luce dall’errata comunicazione delle notizie che la riguardano, anche grazie a manifestazioni come questa Ischia ha l’opportunità di riconquistare il suo giusto posto tra le bellezze del Mediterraneo e del mondo.

Tornando alla manifestazione, il calendario di quest’anno prevede come al solito molti percorsi, alcuni a  piedi, altri in bici, e anche uno per i diversamente abili, in programma al mattino o al pomeriggio / sera, associati alla storia di un luogo o a quella di una varietà di vite coltivata sull’isola, e ad essi sarà unita la possibilità di pranzare, cenare, fare una degustazione o solo uno spuntino presso alcuni ristoranti e cantine. Dalla coltivazione di ortaggi e viti sui tipici terrazzamenti retti da muri a secco chiamati “parracine”, sulle colline o vicino al mare, alla costruzione di antiche cantine ricavate da rocce di tufo (alcune riconvertite in piccoli ma preziosi ristoranti),  all’allevamento e alla preparazione di piatti tipici, questo evento offrirà ai partecipanti un’esperienza sensoriale a tutto tondo.  Lo spirito di accoglienza delle guide e dei gestori dei locali creerà come ogni anno un’atmosfera familiare, ideale per conoscere a fondo i luoghi, i dialetti e le persone.

Per il programma completo, per info, prezzi, aggiornamenti e prenotazioni visitate il sito http://www.prolocopanzaischia.it/

Thank for sharing!

Info sull'autore


Rosa Regine

Rosa Regine è nata a Ischia (NA), nel  2009 ha conseguito la laurea triennale nel corso di laurea (CdL) in Cultura e amministrazione dei beni culturali presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II”, discutendo una tesi in Storia greca dal titolo “Il mito di Tifeo ad Ischia. Dalla condanna greca al recupero locale”, e nel 2012 presso lo stesso Ateneo ha raggiunto anche l’obbiettivo del diploma magistrale nel CdL in Organizzazione e gestione del patrimonio culturale ed ambientale, con una tesi in Bibliografia e Biblioteconomia dal titolo “I canali vecchi e nuovi di diffusione del libro”. Da sempre interessata all’arte e alla cultura, appena dopo la laurea magistrale inizia un percorso di approfondimento della formazione professionale per il settore dell’editoria, degli archivi e delle biblioteche, che la porta a conseguire nel 2015 il diploma della Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica dell’Archivio di Stato di Napoli. Per conto dell’Associazione napoletana Librincircolo realizza l’evento Book-mob a Ischia. Attualmente lavora a Milano presso la Cittadella degli Archivi e sta per conseguire il diploma del master di I livello dell’ISSR “San Pietro” di Caserta in Biblioteconomia e Archivistica ecclesiastica. Ha seguito un corso biennale per animatore diocesano del turismo religioso e culturale, concludendo l’esperienza  teorica con un servizio di guida presso alcune chiese del comune di Forio d’Ischia.