“LE RICETTE DI CHEFMANIA”, A CURA DI ROSANNA FIENGA

Categoria: Sapori Campani Scritto da Palma Emanuela Abagnale / September 24, 2019

Rosanna Fienga, donna dalla grande creatività (ai fornelli e non solo!), appassionata di storia della cucina napoletana, è chef per il Ristorante “Francesco & Co.”* (Corso Alcide De' Gasperi 83,  Castellammare Di Stabia - T: 081 801 8721) che gestisce - con amore e grande attenzione per i dettagli - insieme alla sua famiglia.

Il Ristorante è molto raffinato e accogliente, ed i piatti prelibati e realizzati esclusivamente con materie prime di ottima qualità, proprio come quelle utilizzate per la ricetta che segue: “Paccheri dei Monti Lattari”, che fa parte del Progetto di Rosanna Fienga “Chefmania” - http://www.chefmania.it/it/

* Il Ristorante “Francesco & Co.” è sponsor dell’iniziativa stabiese “Spesa Sospesa”, grazie alla quale anche le famiglie meno abbienti non dovranno rinunciare al pranzo di Natale: a dicembre, nei migliori negozi di Castellammare di Stabia, sarà possibile sostenere la “spesa sospesa” lasciando alla cassa un’offerta; il ricavato dell’iniziativa sarà donato alla Onlus “L’isola dei ragazzi” che la convertirà in BUONI SPESA per il pranzo di Natale. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Castellammare di Stabia.

PACCHERI AL PROVOLONE DEL MONACO. LA RICETTA:

Questo piatto è in grado di esaltare i vari ingredienti di cui è composto, in primis il Provolone del Monaco D.O.P., formaggio ottenuto dalla lavorazione del latte della vacca agerolese*.

Ingredienti (per 4 persone):

Paccheri (500 gr), pomodoro (250 gr), pancetta (100 gr), Provolone del Monaco D.O.P., vino bianco, cipolla, olio d’oliva, sale, pepe.

Procedimento:

Versare l’olio d’oliva in padella e, dopo aver fatto soffriggere la cipolla, aggiungere la pancetta a cubetti e mantecare. Intanto, cuocere la pasta al dente. Bagnare il contenuto della padella con del vino bianco che man mano si fa evaporare, aggiungere poi il pomodoro e far saltare il tutto, versare un mestolo di acqua di cottura della pasta, sale e pepe. Scolare la pasta e versarla in padella, saltarla con il sugo insieme al Provolone del Monaco grattugiato. Impiattare e servire.

LINK VIDEORICETTA: https://www.youtube.com/watch?v=6LjnstRpJBY&feature=youtu.be

*Il Provolone del Monaco si produce dal 1700 circa, quando alcuni pastori che vivevano sul Vomero, area allora agricola nei dintorni di Napoli, dovettero trasferirsi a causa dell'espansione urbana. Alcune famiglie decisero di trasferirsi sui Monti Lattari e iniziarono a sfruttare gli ampi pascoli della zona, producendo formaggio, in particolare caciocavallo. Il principale mercato per la vendita del formaggio era Napoli e i pastori, coperti da pesanti e ingombranti mantelle, vennero soprannominati “monaci” e i loro caciocavalli, ricercati e apprezzati, divennero per tutti “i provoloni del monaco”. Dal 2010 il Provolone del Monaco ottiene la Denominazione di Origine Protetta (D.O.P.) a livello europeo con Regolamento UE 121/2010.

Thank for sharing!

Info sull'autore


Palma Emanuela Abagnale

Direttore responsabile della rivista CamCampania

Background e Competenze:  “Le mie principali qualifiche sono quelle di Giornalista Pubblicista (iscritta da luglio 2014 all’Albo dei giornalisti pubblicisti della Campania) e di Cultural Manager (avendo conseguito la Laurea magistrale in Organizzazione e Gestione del Patrimonio Culturale e Ambientale presso l’Università Federico II di Napoli - Titolo della tesi: “La Comunicazione Integrata per la valorizzazione del territorio). Sono appassionata d’arte e fotografia; raccontare (anche per immagini) e organizzare eventi è ciò che faccio dal 2010 per CamCampania, network artistico-culturale che valorizza beni ambientali e culturali (materiali e immateriali) attraverso la comunicazione integrata.