I GIARDINI LA MORTELLA DI FORIO D'ISCHIA, NATURA E NON SOLO.

Categoria: Conoscere il Territorio Scritto da Rosa Regine / October 28, 2020

C’è tempo ancora fino al 31 ottobre per visitare gli splendidi Giardini La Mortella nel comune di Forio sull’isola d’Ischia, e per calarsi in un’atmosfera d’altri tempi con i concerti di musica classica della stagione autunnale, che si tengono ogni sabato e domenica

nella sala Concerti.

I Giardini La Mortella sono un parco botanico, adagiato su di un pendio del promontorio di Zaro, e occupano circa due ettari di territorio con piante di specie autoctona e non, fontane, sculture, un teatro greco, vasche con ninfee e tanto altro. Il nucleo originario (quello a valle) fu progettato dall’architetto paesaggista inglese più famoso al mondo, Russel Page, nel 1958. I primi proprietari, l’argentina Susana Valeria Rosa Maria Gil Passo (1926-2010), e il marito, il compositore inglese sir William Walton (dal cui nome il parco è anche definito dagli isolani come “villa Walton”), arrivarono sull’isola poco dopo il loro velocissimo incontro e matrimonio, esattamente nel 1949, e acquistarono quello che all’epoca era solo un terreno vulcanico brullo per realizzarvi la loro casa. Se è vero che i coniugi chiamarono il Page perché desse forma a quello spazio, altrettanto vero è che la cura botanica di Lady Walton è stata preziosissima per la realizzazione di quel progetto. In più di 50 anni infatti, l’entusiasmo e la passione di Susana hanno fatto sì che il giardino vivesse di vita propria. Dopo l’apertura al pubblico nel 1991, Lady Walton decise di trasferire la proprietà dei giardini alla fondazione creata in nome e memoria del marito morto nel 1983. Il nome de “La Mortella” deriva essenzialmente dal fatto che una delle essenze spontanee della zona è proprio il mirto, che dà il nome alla collina che già ai tempi dell’acquisto da parte dei Walton era nota come “Le mortelle”.  Nel 2004 i giardini hanno ricevuto il primo Premio come “il più bel parco d’Italia” dalla ditta americana Briggs & Stratton, mentre nel 2012 si sono aggiudicati il premio per la manutenzione da parte dei Grandi Giardini Italiani. Quella che un tempo era la casa dei coniugi, oggi ospita una sala Concerti, il Museo William Walton e l’archivio. Nella sala Concerti, o sala recite, si tengono concerti di musica da camera articolati in due stagioni, quella Primaverile e quella Autunnale. Ogni fine-settimana, giovani musicisti inviati da Scuole di Musica italiane e straniere si esibiscono in più di settanta esecuzioni musicali, aperte al pubblico. Dal 1989 al 1999 per volere di Lady Walton, che esaudì in questo modo il desiderio del  marito scomparso, e cioè quello di aiutare i giovani musicisti e compositori, è stato organizzato un Masterclass annuale per giovani cantanti e musicisti in agosto e settembre. L’Università di Harvard vi ha svolto un programma di Residenze per compositori, e tirocinanti nel campo del giardinaggio vengono qui ad acquisire esperienza lavorativa. L’esperienza dell’ascolto di musica classica nel parco, in uno degli scenari più esclusivi al mondo, quello dell’isola d’Ischia, vale davvero la pena di essere vissuta.

Per chi volesse maggiori informazioni e per chi volesse ancora partecipare ad un’esibizione di musica dal vivo, basta visitare il sito www.lamortella.org

Thank for sharing!

Info sull'autore


Rosa Regine

Rosa Regine è nata a Ischia (NA), nel  2009 ha conseguito la laurea triennale nel corso di laurea (CdL) in Cultura e amministrazione dei beni culturali presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II”, discutendo una tesi in Storia greca dal titolo “Il mito di Tifeo ad Ischia. Dalla condanna greca al recupero locale”, e nel 2012 presso lo stesso Ateneo ha raggiunto anche l’obbiettivo del diploma magistrale nel CdL in Organizzazione e gestione del patrimonio culturale ed ambientale, con una tesi in Bibliografia e Biblioteconomia dal titolo “I canali vecchi e nuovi di diffusione del libro”. Da sempre interessata all’arte e alla cultura, appena dopo la laurea magistrale inizia un percorso di approfondimento della formazione professionale per il settore dell’editoria, degli archivi e delle biblioteche, che la porta a conseguire nel 2015 il diploma della Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica dell’Archivio di Stato di Napoli. Per conto dell’Associazione napoletana Librincircolo realizza l’evento Book-mob a Ischia. Attualmente lavora a Milano presso la Cittadella degli Archivi e sta per conseguire il diploma del master di I livello dell’ISSR “San Pietro” di Caserta in Biblioteconomia e Archivistica ecclesiastica. Ha seguito un corso biennale per animatore diocesano del turismo religioso e culturale, concludendo l’esperienza  teorica con un servizio di guida presso alcune chiese del comune di Forio d’Ischia.