ALLO SHAMROCK–PUBLIC HOUSE DI CASERTA LA TRADIZIONE SI VESTE DI NUOVO

Categoria: Enogastronomici Scritto da Palma Emanuela Abagnale / September 19, 2019

SERATA CON SIDRO MAGNERS

Il sidro conquista i palati dei consumatori di Pub e Gastronomie rinomate della Campania. E lo Shamrock di Caserta mercoledi 16 alle ore 21 ha presentato un menù ad hoc per la sidreria della Gma Import Specialità. Un menù dalla paella al baccalà, dal filetto di maiale al cioccolato amaro. Pietanze prelibate che accompagneranno l'atmosfera calda e accogliente del pub gourmet casertano, dallo stile inconfondibile che richiama l’atmosfera dei pub irlandesi, grazie anche ad un arredamento in legno.

"Il menù dei sidri - spiega Francesco Aurilio responsabile del format Sidreria della Gma Import Specialità di Pompei - è stato creato con l'intento di accompagnare varie pietanze, dall'antipasto al dolce, passando dai sapori più amari a quelli più dolci, con diversa gradazione alcolica e acidità".

Le foto della serata:

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.751500891550293.1073741920.176619225705132&type=3

IL MENU’ DI MERCOLEDI 16 allo Shamrock:

Antipasti:

- Tocchetti di baccalà “alla Cantiniere

- La Tradizione si veste di Nuovo (tocchetti di polenta con baccalà mantecato e fagioli bianchi)

Tortillas di patate con salmone affumicato

- Verdure marinate al sidro (zucchine e finocchi)

1° piatto:

- Paella della Quaresima

2° piatto:

- Filetto di maiale alla Addlestones

Dessert:

- Fagottini alla crema di Magners pear con pere croccanti su una fonduta  di cioccolato amaro
e pere caramellate.

I SIDRI:

Dai celtici agli antichi greci, il Sidro si è diffuso in Europa nel Medioevo, quale bevanda alcolica, estratta dal succo di mele, ottenuta con la fermentazione del glucosio presente nelle mele. Eccellenza del prodotto madre lavorato in modo artigianale è il comune denominatore ricercato tra i prodotti selezionati per il format “Progetto Sidro”, che vanta un menù di sette sidri con un grado alcolico che varia dai 4,5 a 6,8 gradi. Info: http://www.gmasrl.it/it/progetto-sidro/

- Magners Original Irish Cider

E’ il fiore all’occhiello della produzione di sidro in Irlanda. Magners è prodotto utilizzando unicamente ingredienti naturali e cioè la miscela del succo fermentato di 17 tipi diversi di mele, che provengono dagli stessi frutteti Magners. Questo sidro è fatto maturare per un lungo periodo che può arrivare fino a 2 anni, per creare il gusto unico e rinfrescante del sidro preferito in Irlanda.

Gradazione alcolica 4,5%.

- Magners Pear Cider

E’ realizzato secondo i più elevati standard che ci si aspetta da Magners. Frutta utilizzata: solo le migliori pere di qualità, selezionate con cura e lentamente fermentate, per fornire un carattere distintivo e un gusto delicato e rinfrescante.

Gradazione alcolica 4,5%.

- Addlestones Cloudy

L’aroma morbido e distintivo di Addlestones ne fa da tempo il sidro scelto dai più esigenti, apprezzato sia da bevitori regolari di sidro che da appassionati di birre lager speciali. Questo straordinario sidro torbido (non filtrato) di sapore corposo può essere bevuto in qualsiasi momento ed occasione.

Gradazione alcolica 5%.

- Gaymer’s Stewley

E’ una miscela di 5 varietà di mele da sidro che crea un sapore corposo. Un luminoso sidro di color oro che dà aromi di mela cotta e agrumi. Un buon equilibrio di sapori, dove le mele mature si combinano e portano ad un finale sapido e leggermente secco.

Gradazione alcolica 6,8%.

- Gaymer’s Newtons Vale

E’ una miscela di quattro varietà di mele da sidro, il risultato è un sapore ricco e pieno ed un colore ambrato chiaro. Al naso piacevoli sentori di mela dolce e miele. Al palato la dolcezza iniziale lascia il posto a un sidro equilibrato e corposo.

Gradazione alcolica 6,8%.

COSTO DEL MENU’: 25 EURO

Per info e prenotazioni:

SHAMROCK - Public House

Corso Pietro Giannone, 140, 81100 Caserta

Tel.: 0823 176 6001

Thank for sharing!

Info sull'autore


Palma Emanuela Abagnale

Direttore responsabile della rivista CamCampania

Background e Competenze:  “Le mie principali qualifiche sono quelle di Giornalista Pubblicista (iscritta da luglio 2014 all’Albo dei giornalisti pubblicisti della Campania) e di Cultural Manager (avendo conseguito la Laurea magistrale in Organizzazione e Gestione del Patrimonio Culturale e Ambientale presso l’Università Federico II di Napoli - Titolo della tesi: “La Comunicazione Integrata per la valorizzazione del territorio). Sono appassionata d’arte e fotografia; raccontare (anche per immagini) e organizzare eventi è ciò che faccio dal 2010 per CamCampania, network artistico-culturale che valorizza beni ambientali e culturali (materiali e immateriali) attraverso la comunicazione integrata.