A NOCERA SUPERIORE DEGUSTAZIONE DI VINI BENDATI

Categoria: Enogastronomici Scritto da Eugenio Iessi / October 31, 2020

Mercoledì 19 febbraio alle ore 20.00 ospiterà il blind wine tasting “ROSSO AGLIANICO A VINOROSSO OSTERIA”, ovvero una degustazione alla cieca di cinque vini prodotti con il principe dei vitigni campani, l’autoctono Aglianico.

 

La serata ideata e organizzata da Angela Merolla, si svolgerà rigorosamente alla cieca, senza rivelare le etichette, le cantine produttrici e le annate dei vini posti in degustazione, questo per rendere l’esame organolettico più oggettivo possibile, evitando di condizionare i giudizi dei degustatori. Quindi vini serviti con bottiglie bendate, una lettura intrigante quanto affascinante, per una serata finalizzata all’approfondimento del vitigno e dei Terroir campani. 

Riservata a sommelier e giornalisti che valuteranno ogni vino da un punto di vista visivo, olfattivo, gusto-olfattivo, dando un voto finale e suggerendone l'abbinamento cibo. Solo a degustazione ultimata si renderanno noti i nomi dei vini e delle aziende produttrici, insieme alle informazioni tecniche di ogni etichetta. La degustazione dei vini include un percorsogastronomico a cura dei piatti della tradizione realizzati da Andrea Ferrara chef di VinoRosso Osteria.

Cantine partecipanti:

CANTINE DELITE - Montemarano AV

Le generazioni De Lisio non tradiscono la vecchia tradizione di famiglia; una passione travolgente per uno dei mestieri più nobili dell’uomo: la vigna.

FRATELLI FOLLO - Castelvetere Sul Calore AV

Producono vini esclusivamente con uve di proprietà; azienda giovane ma dalle profonde radici, la loro storia inizia negli anni 70.

FONTANAROSA - Frasso Telesino BN

I vigneti  si estendono sulle colline appena sotto le aspre pendici del monte Taburno, dove si ottengono uve per vini dal profilo territoriale.

CANTINA DEI NONNI - Castelcivita SA

Nasce nel 2011 e raccoglie una tradizione per la viticoltura che si trasmette di generazione in generazione, il nome dell’azienda a conduzione familiare è dedicato ai nonni.

VITICOLTORI LENZA - Montecorvino Rovella SA

Una tradizione tramandata dal 1881, quando Stanislao Lenza  acquistò i terreni del Conservatorio di S. Sofia della frazione Macchia un’altitudine di circa 150 metri sul mare.

 

Thank for sharing!

Info sull'autore


Eugenio Iessi

Laureato in Lettere all'Università degli Studi di Salerno, attualmente specializzando in Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Napoli. Appassionato da sempre di arte e scrittura, autore per la rivista Camcampania.it.