IPOMEA DEL NEGOMBO 2017 A ISCHIA

Categoria: Articoli in prima Pagina Scritto da Rosa Regine / February 26, 2020

Agrumi e olivi a fianco di cactus e peperoncini. Dov’è possibile tutto ciò? All’Ipomea del Negombo. Da oggi 26 maggio a partire dalle ore 15,00 e fino alle ore 20, 30 il Parco Idrotermale del Negombo a Lacco Ameno nell’isola d’Ischia ospiterà la XV edizione

dell’Ipomea del Negombo, mostra-mercato di piante rare, appartenenti alla fascia temperata calda. La mostra durerà fino a domenica prossima 28 maggio. Anche quest’anno si rinnova per residenti e turisti la possibilità di ammirare e acquistare piante comuni e inconsuete per i propri giardini, di seguire le attività e le produzioni di vecchi e nuovi vivaisti, che con i loro stand arricchiscono lo scenario già splendido del Parco del Negombo, per una tre giorni che riserva sempre novità e sorprese. Non ci sono solo piante infatti. L’anno scorso era stata la collezione di farfalle ad affascinare il pubblico della mostra, e quest’anno sarà possibile rivederne alcune in un museo (museo Lepidoptera) in allestimento che ci auguriamo divenga permanente. Ci saranno numerosi “eventi nell’evento”: un convegno sui temi del giardino moderno con i paesaggisti Ermanno Casasco, Patrizia Pozzi e Marcello Mannone; un  “live sketching” con i disegnatori Simo Capecchi e Alessandro Rak, presenti in tutti e tre i giorni per fare una “cronaca disegnata” della mostra. In più, la novità di quest’anno: gli chef Nino Di Costanzo e Pasquale Palamaro, che saranno impegnati nei tre giorni per scegliere ed eleggere la pianta commestibile (edulis, come si legge nella pubblicità dell’evento) per eccellenza, e con essa prepareranno un piatto nella fase conclusiva della manifestazione.

Per ulteriori info consultate il sito  http://www.negombo.it/negombo-ipomea.html

Thank for sharing!

Info sull'autore


Rosa Regine

Rosa Regine è nata a Ischia (NA), nel  2009 ha conseguito la laurea triennale nel corso di laurea (CdL) in Cultura e amministrazione dei beni culturali presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II”, discutendo una tesi in Storia greca dal titolo “Il mito di Tifeo ad Ischia. Dalla condanna greca al recupero locale”, e nel 2012 presso lo stesso Ateneo ha raggiunto anche l’obbiettivo del diploma magistrale nel CdL in Organizzazione e gestione del patrimonio culturale ed ambientale, con una tesi in Bibliografia e Biblioteconomia dal titolo “I canali vecchi e nuovi di diffusione del libro”. Da sempre interessata all’arte e alla cultura, appena dopo la laurea magistrale inizia un percorso di approfondimento della formazione professionale per il settore dell’editoria, degli archivi e delle biblioteche, che la porta a conseguire nel 2015 il diploma della Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica dell’Archivio di Stato di Napoli. Per conto dell’Associazione napoletana Librincircolo realizza l’evento Book-mob a Ischia. Attualmente lavora a Milano presso la Cittadella degli Archivi e sta per conseguire il diploma del master di I livello dell’ISSR “San Pietro” di Caserta in Biblioteconomia e Archivistica ecclesiastica. Ha seguito un corso biennale per animatore diocesano del turismo religioso e culturale, concludendo l’esperienza  teorica con un servizio di guida presso alcune chiese del comune di Forio d’Ischia.