FEOLA IN MOSTRA AL CASTELLO DI AGROPOLI

Categoria: Arte e Talenti Scritto da Francesco Saverio Caiazzo / October 18, 2019

Grande interesse di pubblico e critica è stato riscosso dall’artista Antonio Feola in mostra presso il Castello Angioino Aragonese di Agropoli con la sua “Eloì Eloì lemà sabactàni?” personale di pittura che lo vede protagonista di una ricerca incentrata sull’iconografia e sui temi caravaggeschi e, più in generale, cari alla congerie culturale del Seicento.

Alla serata di vernissage, svoltasi il 17 giugno 2018, oltre ad Antonio Feola, sono stati presenti il Dott. Francesco Crispino Presidente della Commissione Cultura e Beni Culturali della Città di Agropoli e la Prof.ssa Antonella Nigro, critico d’arte e organizzatrice dell’evento che a proposito dell’artista ha evidenziato  come: “magnifiche vanitas e toccanti nature morte colpiscano il fruitore per la loro bellezza facendo tornare alla mente i grandi Maestri olandesi che, per primi, proposero il tema della fugacità della vita, contribuendo allo sviluppo del memento mori nell’arte che si arricchì di famosi simbolismi, quali la clessidra e la candela, emblemi del trascorrere inesorabile del tempo che anche l’artista propone nel suo studio pittorico”. Altresì la figura femminile è analizzata da Antonio Feola omaggiando la grande storia dell’arte italiana tra Cinque e Seicento: le sue fanciulle adagiate su antichi triclini e circondate da drappi vermigli e bordeaux evocano gli splendidi abbandoni della Venere di Urbino e le pose arrendevoli e maliziose della Danae di Tiziano. Un particolare interesse è rivolto dall’artista alla sua produzione ispirata al sacro, come sottolineato dal titolo della mostra, e alla figura mariana.

La mostra sarà fruibile fino al 29 giugno 2018, con gli stessi orari di visita al Castello Angioino Aragonese: dalle 9.00 alle 24.00

 

 

Thank for sharing!

Info sull'autore


Francesco Saverio Caiazzo

Avvocato. Tra le sue passioni: l'arte, la fotografia, gli sport all'aria aperta.