UN’INTRIGANTE VIAGGIO IN MASCHERA TRA ARLECCHINO E AMLETO

Categoria: Arte e Talenti Scritto da Maria Lucia Pollio / November 13, 2019

“Benvenuti. Ma siete sicuri? Se siete sicuri va bene.”

Con questa frase ha preso avvio “Arlecchino e il suo doppio”, spettacolo di fama internazionale, con Claudia Contin Arlecchino per la regia di Ferruccio Merisi,

per la prima volta a Napoli in occasione della rassegna itinerante di Commedia dell’Arte “I viaggi di Capitan Matamoros”.

Entrati nella bellissima sala del Capitolo di San Domenico Maggiore, ad accoglierci c’è una curiosa e singolare persona  intenta a dipingere due figure su due grandi tele alle sue spalle.

Ma chi sono questi personaggi?

Si tratta di Arlecchino ed Amleto, due icone della tradizione teatrale, due anime del tutto opposte tra loro ma capaci di entrarci nel cuore ed interrogarci su noi stessi.

Arlecchino, una della maschere più amate della Commedia dell’Arte, portatore di stravaganza e vivacità, e Amleto, personaggio amatissimo della letteratura inglese, emblema del nichilismo e della follia.

Ciò che viene proposto è un affascinante viaggio nelle contraddizioni dell’animo umano, costantemente diviso tra energica fiducia nella vita e tendenza ad un negativo fatalismo.

Claudia Contin Arlecchino, con maestria unica nel suo genere, ci presenta un vero e proprio dialogo tra i due personaggi, evocandoli fisicamente, raccontandoli nei gesti, nelle espressioni e nelle parole.

Con precisione assoluta veste i panni ora dell’uno, ora dell’altro, facendoci riscoprire, come quando eravamo bambini, in perfetta sintonia con le emozioni del personaggio.

Movimenti insoliti, echi multiculturali ed un lessico che alterna l’arlecchinese  all’anglorock, rendono la narrazione mai noiosa, e alla fine, quando vengono riposti gli abiti di entrambi i personaggi, un sorriso carico di emozione incornicia i volti di tutti noi.

Uno spettacolo da non perdere, sia per la grande bravura di Claudia Contin Arlecchino, prima donna ad interpretare con continuità ed a portare per il mondo la maschera di Arlecchino, sia per la preziosa opportunità di poter assistere ad uno spettacolo di Commedia dell’Arte, essendo un genere non ancora molto  diffuso, soprattutto in  Italia meridionale.

Da tre anni, però, grazie alla rassegna “ I viaggi di Capitan Matamoros”, sta nascendo un piccolo polo per la Commedia dell’Arte anche qui al sud, perché, infondo, è proprio qui in Italia che è nato questo affascinante genere teatrale. 

INFO: 

https://iviaggidicapitanmatamoros.wordpress.com/

https://enkaipancoop.wordpress.com/

http://www.hellequin.it/nn_index.html

Thank for sharing!

Info sull'autore


Maria Lucia Pollio

Studentessa in comunicazione. La sua passione è la recitazione. Ama il cinema, il teatro e l'escursionismo.