LUCI IN AVALON RAGGIUNGE LA IV EDIZIONE

Categoria: Arte e Talenti Scritto da Francesco Saverio Caiazzo / November 13, 2019

    Grande successo per la IV edizione Expo d’Arte Contemporanea “Luci in Avalon” presso gli splendidi spazi di Palazzo Fruscione a Salerno in via dei Canali.

Nella serata di vernissage del 7 gennaio sono intervenuti: Dina Scalera organizzatrice dell’evento, Nico Mazzeo consigliere comunale, Roberto De Luca assessore comunale, Paolo Romano giornalista e Antonella Nigro critico d’arte. Quest’anno il premio “Nolava”, opera ceramica ideata e realizzata dallo scultore Biagio Landi, è stato assegnato alla scrittrice, giornalista e conduttrice televisiva Lucia Annunziata per i risultati raggiunti nella sua brillante carriera. In mostra duecento opere in mini personali tra dipinti, sculture e mosaici realizzate da ventotto artisti provenienti da tutt’Italia. Il percorso artistico che Avalon Arte offre all’osservatore è un viaggio unico all’insegna della bellezza nel quale gl’ importanti ed eterni echi dell’arte romana, normanna e angioina di palazzo Fruscione si uniscono mirabilmente a quelli contemporanei della mostra. Si passa, così, dalle incantevoli e seducenti donne di Bra alla bellezza preziosa ed austera dei mosaici di Maria Eterna Baratta; dai magici mondi suggeriti da Vincenzo Ridolfini all’esplosione delle stelle scultoree di Rosario Viano; dalle ancestrali e mitologiche atmosfere di Flavia Alexandra Grattacaso ai delicati e leggiadri acquerelli di Antonio Cosimato; dai soffusi e colorati tocchi di Daniela Capuano agli intensi e narranti ritratti di Calogero Buttà; dai fitti intrecci e dai vivaci labirinti di Ida Mainenti all’ uscismo materico e prospettico di Sergio Lamberti; dai dinamismi cromatici e scultorei di Biagio Landi alle accuratezze disegnative e luministiche di Cristina Taverna; dalle estatiche prospettive e trasognate vedute di Giovanni Balzanella, alle fiabe ludiche e spensierate di Paolo De Santis; dalle gentili atmosfere atemporali di Norma Bini all’iridescente pointillisme di Francesco Tortora; dai sinuosi equilibri pirografici di Antonio Scaramella ai viaggi dell’inconscio di Michela Claudia Spinelli; dai raffinati e metaforici kintsugi di Margherita Cuccurullo alle visioni cosmiche e capricciosi dripping di Pietro Sellitti; dai luoghi densi e ricchi di cromie, accesi spettacoli di luce di Giuseppe Quagliata ai lirismi cromatici disegnati dal vento di Roberta Lioy; dalle indagini articolate e surreali di Regina Ridolfini alle equilibrate nature morte e ai luminosi ritratti di Brigida Frusciante; dai brillanti riflessi, cangianti cascate di riverberi e baluginii di Carolina Spagnoli ai mondi fantastici, inattesi e danzanti di Guido Di Filippo; dagl’infiniti orizzonti, delineati da onde cristalline e cieli tersi, di Pietro De Seta alla profonda ricerca onirica, intimamente speculare di Paola Siano.

L’allestimento della mostra è stato curato da Giovanni Memoli coadiuvato da Mario Cestaro, il servizio fotografico è stato realizzato da Paola Siano, la comunicazione e stata affidata a Magrina Di Mauro; la mostra resterà aperta fino al 21 gennaio 2017, ad ingresso libero, tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 21.00.

 

 

 

 

Thank for sharing!

Info sull'autore


Francesco Saverio Caiazzo

Avvocato. Tra le sue passioni: l'arte, la fotografia, gli sport all'aria aperta.