SECONDA EDIZIONE DEL “LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA – LA BOTTEGA DI ANGRI”

Categoria: Proposte Letterarie Scritto da Catello Mario Pace / June 19, 2019

Stasera, venerdì 28 settembre alle ore 19.00, presso la libreria Don Chisciotte, avrà inizio la seconda edizione del "Laboratorio di scrittura creativa - La bottega di Angri"

 

Parte stasera la seconda edizione del "Laboratorio di scrittura creativa - La bottega di Angri" organizzato dalla libreria Don Chisciotte con la collaborazione della casa editrice Homo Scrivens, che da sempre punta molto su scrittori giovani e spesso esordienti ed è alla costante ricerca di nuove voci da valorizzare e pubblicare.
La prima edizione del laboratorio sviluppatasi in dieci incontri, ha già visto un buon numero di partecipanti ed è stata caratterizzata da una profonda varietà di personalità e scritture, in grado di rendere le lezioni stimolanti e dinamiche.
Il laboratorio è diretto da Paquito Catanzaro, autore dei romanzi "Quattrotretre" e "Centomila copie vendute". Suoi racconti sono apparsi, inoltre, nelle raccolte "Dei trenta e più modi di perdere l’ombrello", "Nanoracconti", "Serial Novel" e "Faximile". E' anche attore teatrale e speaker radiofonico.
Il primo incontro del laboratorio sarà completamente gratuito e non vincolante, finalizzato a presentare il percorso che si andrà ad intraprendere, le modalità di svolgimento delle lezioni e gli obbiettivi prefissati.
Questa seconda edizione si svilupperà in venti lezioni, quattro delle quali saranno dedicate a specifici generi letterari e durante le quali avremo il piacere di ospitare scrittori specializzati.
L'appuntamento è alla libreria Don Chisciotte, in via G. da Procida 15, venerdì 28 Settembre alle ore 19:00, per iniziare insieme questo stimolante percorso di crescita.

 

Thank for sharing!

Info sull'autore


Catello Mario Pace

Laureato in Scienze Storiche con il massimo dei voti, giornalista, ricercatore per passione e restauratore per hobby. Credo in una missione di diffusione della cultura come valore imprescindibile per il benessere e la libertà di ogni individuo.  Come disse il filosofo tedesco Hans Georg Gadamer, scomparso il 14 marzo del 2002 alla veneranda età di 102 anni: La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande.